Nel capoluogo valmaggese, Cevio, il nuovo percorso di Pump track costruito su un terreno pianeggiante e costituito da dossi, compressioni e paraboliche. «Track» significa traccia e «pump» indica che l’utilizzatore deve cercare di raggiungere la massima velocità possibile senza pedalare bensì «pompando», ovvero trasferendo il baricentro in avanti o all’indietro.
Sul pump track il movimento deve essere fluido, bisogna assecondare le gobbe in salita e spingere su braccia e gambe in discesa per prendere velocità. Il pump track è utile per tutti i biker: insegna a non toccare i freni in curva, a fidarsi del proprio mezzo e delle proprie capacità. A cercare il proprio limite e soprattutto a migliorare la resistenza alla fatica. I pump track sono accessibili ad ogni tipo di mountain bike, monopattino o skateboard.
Ci si può infatti muovere in tutta sicurezza, lontano dal traffico stradale e migliorare tecnica, coordinazione, equilibrio e forza. si possono emulare gli sportivi RedBull.

fonte: www.cevio.ch